TUTTO QUELLO CHE VORRESTI SAPERE SUL MAKE-UP ANNI ’50

make up anni 50

 

“Ogni donna ha bisogno di un uomo che le rovini il rossetto, non il mascara”. (Marilyn Monroe)

Cosa vi viene in mente se pensate al make up anni ’50? Sicuramente penserete subito alle pin-ups, quelle bellissime donne formose, provocanti e vestite con abitini stretti, oppure al glamour e alla sensualità intramontabile di alcune icone hollywodiane come Marilyn Monroe, Audrey Hepburn ed Elizabeth Taylor. Qualunque sia la vostra immagine visiva del trucco anni ’50, con l’articolo di oggi vi svelerò quali sono i prodotti e i colori da usare e come riprodurre un perfetto look di quegli anni!

Gli anni ’50 erano anni di boom economico, di benessere, di colore…sono stati gli anni più glamour della storia, grazie anche alle attrici americane che facevano tendenza e venivano copiate dalle donne “normali”, quelle che lavoravano fuori casa, dalle casalinghe e dalle adolescenti. Il make up anni ’50 come lo immaginiamo noi, era preferito dalle donne di città della classe medio-alta, che frequentavano assiduamente i saloni di bellezza e le “powder room”, acquistando le ultime novità proposte dalle case cosmetiche.

Le donne non volevano più solo abbinare il make up al loro incarnato, ma ricercavano l’armonia perfetta tra il loro rossetto per esempio, e i loro accessori (borse, scarpe, macchine, elettrodomestici…), tutto doveva essere coordinato!. Erano anni di libertà, di colore, di femminilità e di sensualità.

PRODOTTI E TECNICHE UTILIZZATE NEI FAVOLOSI ANNI ’50!

FONDOTINTA E CIPRIA
Fondotinta e cipria erano le basi per un perfetto trucco anni ’50 ed era consuetudine applicarli dopo aver lavato il viso per rimuovere i prodotti applicati la sera.
Il fondotinta doveva essere di colore uguale all’incarnato, di tonalità chiara e calda, con una base rosa o pesca. La texture era generalmente liquida o cremosa.
La cipria era un must have negli anni ’50! Chi non ricorda almeno un film dove la protagonista asseriva “Vado a incipriarmi il naso” e con il suo puff da cipria si picchiettava il viso?
Generalmente in polvere libera o compatta, la cipria aveva toni pastello e leggermente più scuri dell’incarnato e veniva utilizzata per togliere il sebo in eccesso e per fissare i prodotti in crema applicati.
BLUSH
Il blush era in tonalità rosata e veniva sfumato leggermente solo sul pomello del zigomo. Veniva utilizzata anche la polvere rouge, solo in determinati punti, per creare quello che noi oggi chiamiamo “conturing”; la forma ideale di viso era quella ovale e dato che non tutte le donne la possedevano, utilizzavano questo prodotto per creare ombre e sfumature.
OMBRETTI
I colori in voga erano quelli pastello, pesca, verde, giallo, azzurro, ma quello consacrato come colore simbolo di quegli anni è stato il ROSA! Anche Audrey Hepburn ne ha fatto il suo credo, pronunciando la sua celebre frase: “Io credo nel rosa”.
Tuttavia, l’ombretto veniva utilizzato in modo leggero e naturale, ma comunque abbinato agli accessori oppure al colore degli occhi e si utilizzava un solo colore sulla palpebra mobile.
EYELINER
L’eyeliner era il prodotto del momento e usato per conferire fascino e magnetismo. Veniva applicata una linea sottile, ma decisa, partendo dal centro della palpebra con un finale leggermente all’insù, per dare ampiezza all’occhio e aprire lo sguardo. Il colore del prodotto era generalmente nero, ma furono introdotti anche altri colori (verde, blu, marrone e viola), per abbinarlo all’ombretto.
MASCARA
Tanto, tanto, tanto mascara! L’accessorio più cool del momento, veniva applicato sulle ciglia superiori in abbondante quantità, anche se vi era la presenza di ciglia finte. Negli anni ’50 non esisteva il mascara in stick come lo conosciamo noi, ma veniva utilizzato il cake mascara, una formula compatta da inumidire prima dell’applicazione.
SOPRACCIGLIA
Chi non ha presente le splendide sopracciglia arcuate di Elizabeth Taylor? Le sopracciglia erano inarcate e l’utilizzo di una matita era un must, veniva infatti usata per definire la forma, riempirle e anche per prolungarne la lunghezza. Se non si voleva usare una matita, si consigliava di pettinarle e applicarvi un po’ di olio d’oliva o di sapone, per renderle più lucide e leggermente più scure.
ROSSETTO
Il rossetto era un accessorio indispensabile per le donne degli anni ’50! Labbra piene e rossetto rosso erano i due punti chiave. Il colore più utilizzato era appunto il rosso in tutte le sue sfumature, quelle più scure dalla base blu e quelle più chiare dalla base aranciata; anche i toni del rosa e del corallo erano molto apprezzati. La texture usata era soprattutto quella dal finish opaco, ma spesso venivano inumidite le labbra con una semplice crema a base di vasellina o semplicemente leccandosele velocemente.

 

Potrebbe interessarti anche: La moda femminile negli anni ’40

 

COME CREARE UN SEMPLICE TRUCCO ANNI 50!

Avete voglia di cimentarvi nella creazione di un semplice make up anni ’50 e sentirvi subito glamour?

1) Come prima cosa detergete il viso, il makeup va sempre applicato su viso pulito.
2) Applicate la vostra crema idratante
3) Applicate un fondotinta opaco in crema di tonalità uguale al vostro incarnato. Non esagerate per evitare l’effetto maschera!.
4) Applicate un velo di cipria per fissare il fondotinta e opacizzare il viso. Se avete la pelle molto secca, la cipria non è necessaria.
5) Stendete sugli zigomi un velo di blush rosato. Il prodotto va sfumato solo sul pomello dello zigomo, quindi fate attenzione alla quantità.
6) Pettinate verso l’alto le vostre sopracciglia e datele, se potete, la forma ad ali di gabbiano, devono essere un pochino più piene e più spesse del solito, le sopracciglia sottili, infatti, non andavano di moda in quegli anni.
7) Stendete un velo di ombretto di colore neutro e sfumatelo con un ombretto leggermente più scuro nell’angolo esterno della palpebra mobile.
8) Ora è il momento del temuto eyeliner! Creiamo uno “sguardo da cerbiatta”alla Audrey Hepburn : stendete una riga di eyeliner di spessore medio, uguale su tutta la palpebra e che termina appena dopo l’angolo esterno dell’occhio con un’ala leggermente incurvata verso l’alto. Se avete paura di sbagliare con l’eyeliner, utilizzate una matita nera, dal tratto deciso e carica di colore.
9) Non ci resta che applicare una generosissima quantità di mascara sulle ciglia superiori. Le sopracciglia devono essere folte, scure e lucide, così intensificheranno il vostro sguardo e vi renderanno affascinanti. Se possedete un piegaciglia, questo è il momento di usarlo : ).
10) Ultimo step: il rossetto!!! Sceglietelo rosso e opaco, ma fate attenzione al vostro incarnato. Se avete una base più fredda, optate per un rosso con all’interno una punta di blu, se il vostro incarnato è più caldo, sceglietene uno a base aranciata. Applicate come prima cosa una matita per le labbra dello stesso colore del rossetto e poi procedete con la stesura del rossetto, applicate un sottile velo di cipria per fissarlo, fate un’altra passata di rossetto e inumiditevi le labbra come tocco finale.

Ora siete perfette per uscire, orgogliose di voi stesse, della vostra femminilità e del vostro potere. Pronte per sentirvi Marilyn Monroe per un giorno?

Spero di esservi stata utile con questa miniguida sul trucco anni 50!
A presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *